Comunicati stampaAltro che “covid-free”: la nostra campagna mette al centro la sicurezza. E non è un luogo comune.

16 Novembre 2020CBuono2

Non vorremmo entrare adesso nel merito di un dibattito che si manifesta con connotati innanzitutto politici, né il nostro consorzio di imprese ha mai inteso opportuno entrarvi, ma ci sembra utile fornire qualche informazione in merito alla campagna di marketing e promozione di Castelbuono, oggi oggetto di trattazione impropria, di cui il CCN è in qualche modo coordinatore.

Innanzitutto la nostra campagna si articola in un orizzonte temporale molto esteso, con attività previste fino ad aprile 2021 e, come ben evidente anche dai post di questo sito, con alcune partite già a luglio di quest’anno. Essa coinvolge nove professionisti locali, esperti a vario titolo nelle materie necessarie a condurre il lavoro, oltre ai fornitori “esterni”: tutti e tre i fotografi castelbuonesi, nonché un professionista (sempre castelbuonese) nelle attività di ufficio stampa e naturalmente i mezzi (digitali e non) coinvolti. 

Dodici figure insolitamente insieme per supportare – con compensi molto inferiori a quelli di mercato – alcune tra le tante necessità di comunicazione di interesse pubblico e privato, in un momento così critico per l’economia castelbuonese. 

Esattamente al contrario rispetto a quanto letto nel comunicato stampa, Covid-free” – non ce ne voglia nessuno – non è mai stata espressione utilizzata nei nostri tanti messaggi che, anzi, hanno messo al centro della comunicazione da un lato il patrimonio locale artistico, culturale e naturalistico e dall’altro sempre la sicurezza. Ma la nostra è una comunicazione che inevitabilmente si affianca a tante altre, supponiamo, condotte da altri soggetti e delle quali non siamo artefici, né responsabili. Chi afferma cosa diversa dice il falso e associa il nostro lavoro – per disinformazione o per malizia politica – a qualcosa che proprio non c’entra nulla.

Al contrario, non è un caso che come primo atto abbiamo progettato, uniformato e reso disponibile gratuitamente la segnaletica di sicurezza necessaria per aumentare la ridondanza e quindi la riconoscibilità della comunicazione di salute pubblica, a vantaggio della visibilità delle basilari norme di comportamento e a tutela di residenti e turisti. 

Il primo messaggio è quindi stato: “Rispettare le seguenti misure non è un luogo comune” (vedi link). La seconda parte della frase – “Non è un luogo comune” – è poi diventato un claim in sé, capace di adattarsi agevolmente ai tanti punti di forza dell’offerta turistica e commerciale e fare da trait d’union tra i vari plus del paese, secondo l’assunto, di cui siamo ancora convinti, che Castelbuono non sia appunto “un luogo comune”… E ci sembra abbia funzionato, traducendo in chiave positiva ad esempio anche il ruolo della mascherina, presente nel visual ma che non nasconde – nella narrazione pubblicitaria – i sorrisi degli occhi che Castelbuono è comunque in grado di suscitare (vedi immagine).

Dopo uscite sulla stampa, comunicati, post sui social e anche dopo oltre 70 richieste di coupon da famiglie per una notte omaggio (tra agosto e ottobre) a fronte di almeno 4 a pagamento, oggi la campagna prosegue in modo del tutto diverso, concentrandosi su altre necessità e opportunità, naturalmente tenendo conto del momento e ovviamente delle restrizioni in atto, che oltretutto intuivamo. 

E nessuno pensa oggi di lavorare sulla conversione in prenotazione nel breve periodo, ma ciò non toglie che il posizionamento dell’immagine della “destinazione Castelbuono” sia un tema e una materia meritevole anche oggi di lavoro e impegno. Che peraltro questo progetto può affrontare solo in modo preliminare. 

Inoltre, in questo momento il team di lavoro è dedito alla progettazione e successivamente alla pubblicizzazione di un’iniziativa rivolta ad un target completamente diverso, nel solco di un trend non solo nazionale relativo allo smart working, e cioè dei cosiddetti “south workers”: lavoratori “agili” cioè, che scelgono cittadine del sud come propria momentanea sede lavorativa. 

Un mercato sì “turistico” ma che in realtà è fatto anche di tanti potenziali “cervelli in fuga”, che necessita di mettere insieme una proposta di servizi, in vario modo agevolati, da parte del settore pubblico (spazi di co-working, accoglienza ecc.) e dei privati (sconti sui pernottamenti lunghi, pasti ecc). 

Un bacino di utenza potenzialmente rilevante – fatto di numeri ridotti ma di permanenze lunghe e destagionalizzate – che ci auguriamo presto (non oggi!) di poter in parte intercettare, specie se verrà favorito da soluzioni normative di regolamentazione del lavoro verso cui spinge un grande numero di soggetti diversi.

Riteniamo che Castelbuono abbia, insieme ad altri centri nelle aree interne d’Italia in corso di spopolamento, le carte in regola per candidarsi ad essere sede per attività di questo tipo.

Ma avvertiamo da più fronti una tendenza a dividere (vedasi anche una certa deriva del dibattito che mette contro “impiegati statali” vs “partite iva”) e concludiamo pertanto condividendo in pieno il proponimento del titolo del comunicato che ci chiamava in causa: sì, è il momento di unire.
Che è ciò che il nostro Consorzio fa per statuto. E ci auguriamo che la politica nel suo complesso lo comprenda.

Il direttivo

2 comments

  • anime

    21 Gennaio 2021 at 17:50

    Thanks for sharing, this is a fantastic blog. Much thanks again. Gail Winthrop Callie

    Reply

  • ucretsiz

    25 Gennaio 2021 at 14:47

    What a material of un-ambiguity and preserveness of valuable know-how about unpredicted emotions. Elke Oran Buchalter

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Cerca e divertiti

Cerca in qualsiasi momento ciò di cui hai bisogno, per le tue esigenze aziendali, di divertimento o personali.

Contatti

“CBuono” •  Centro Commerciale Naturale “Castelbuono”

Via Sant’ Anna 25, 90013 Castelbuono (PA)

ccncastelbuono@gmail.com

P.IVA 06022010828

Back to Bello home

Copyright by CBUONO Centro Commerciale Naturale.

Login

Register

I vostri dati personali saranno utilizzati per supportare la vostra esperienza in tutto questo sito web, per gestire l'accesso al vostro conto, e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.

Already have account?

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.